Menù

Antenna sul tratturo, la protesta dei residenti si sposta sul cantiere

Area recintata ed escavatrici pronte a partire. Poco distante dal terreno delimitato dal nastro arancione i residenti della zona, scesi in strada in segno di protesta per quello che hanno definito «un abuso da parte dell’amministrazione comunale», colpevole di aver tenuto la popolazione all’oscuro del progetto e di non tutelare la salute dei cittadini.
Siamo ad Oratino, in contrada Cerro, dove stanno per partire i lavori per l’installazione di un ripetitore di 25 metri: l’amministrazione guidata dal sindaco Roberto De Socio ha infatti dato l’ok alla Wind Tre Spa e sull’area del trattuto sorgerà una stazione radio base.
Dopo le proteste della minoranza in Consiglio, guidata dal capogruppo di Obiettivo Comune nonché ex sindaco Luca Fatica, e del comitato civico nato proprio per dire ‘no’ al progetto, ieri mattina i cittadini hanno deciso spostare la battaglia davanti al cantiere.
«È assurdo che l’amministrazione non abbia informato i cittadini – denunciano i residenti – o non si sia sincerata, prima di rilasciare l’autorizzazione, se fossimo d’accordo. Oltre al danno ambientale e all’impatto negativo che questa struttura avrà su un’area dall’indiscusso valore culturale e paesaggistico, ci preoccupano i danni per la nostra salute. Qui vivono molti bambini e sappiamo bene quali danni possano causare istallazioni di questo genere».
Sulla vicenda la minoranza ha già chiesto le dimissioni del sindaco e della giunta, mentre il comitato civico ha presentato un ricorso al Tar, curato dell’avvocato Giacomo Papa. La speranza è che i giudici amministrativi blocchino definitivamente il progetto.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.