Menù

Unilever, il Mise tiene alta l’attenzione: domani nuovo incontro

Unilever, il Mise tiene alta l’attenzione: domani nuovo incontro

Il Ministero dello Sviluppo economico tiene alta l’attenzione intorno alla vicenda Unilever di Pozzilli. E domani nella sede del dicastero ci sarà un nuovo incontro tecnico con i massimi vertici dell’azienda.
L’atteso vertice allargato pure ai sindacati, invece, a quanto pare ci sarà in un’altra data. Quello di domani sarà, infatti, un tavolo «per delineare le azioni concrete da implementare, propedeutico alla successiva presentazione del piano di rilancio in un incontro con tutte le parti coinvolte». Questo è quanto affermato dalla sottosegretaria 5 stelle Alessandra Todde (nella foto).
Dunque, «in tempi brevi riconvocheremo le parti al Ministero in modo da strutturare concretamente un percorso condiviso con tutti gli attori al tavolo. Il Mise ha dimostrato di lavorare al fianco delle imprese e dei lavoratori cercando di trovare, giorno dopo giorno, soluzioni a problemi che hanno radici molto profonde».
Di piano di rilancio ha parlato la Todde all’Ansa. Piano che una volta definito verrà presentato ai sindacati. La speranza è che si sia davvero al punto di svolta, mentre i lavoratori sono tornati in azienda regolarmente da lunedì in un clima, tuttavia, a quanto pare di incertezza e fibrillazione.
Domani, praticamente subito dopo l’incontro al Mise tra rappresentanti del governo e Unilever, nello stabilimento di Pozzilli avranno luogo le assemblee sindacali per fare il punto della situazione.
Comunque, dal Ministero dello Sviluppo economico è arrivato ancora una volta un segnale di positività: «L’attenzione è alta – ha affermato la sottosegretaria Alessandra Todde – e mi impegno, come sempre ho fatto da quando lavoro al Ministero, ad ascoltare le parti e a trovare soluzioni concrete. Non lasceremo soli né i lavoratori né l’azienda».
Ricordiamo che al Mise si sono già svolti finora due incontri di recente: uno con i vertici Unilever e la sottosegretaria Todde e un altro, a distanza di due giorni, con la sottosegretaria Alessia Morani (Pd) e i sindacati. Ora ci sarà un nuovo passaggio con l’azienda e poi, con ogni probabilità, un tavolo allargato a tutte le parti.
Ric. P.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.