Menù

Campobasso, il Conservatorio sceglie la linea del rigore e ‘chiude’ a chi ha soggiornato nelle zone a rischio

Campobasso, il Conservatorio sceglie la linea del rigore e 'chiude' a chi ha soggiornato nelle zone a rischio

Il Conservatorio di Campobasso adotta la linea del rigore o della massima precauzione.
Da ieri, infatti, l’istituto Perosi ha adottato una serie di misure comunicate al personale docente, amministrativo e agli studenti. In particolare, la circolare firmata dal presidente Giordano e dal direttore Magrini ordina «a tutti coloro che negli ultimi 14 giorni hanno soggiornato nelle aree sottoposte a cordone sanitario o che abbiano avuto contatti con personale che abbiano soggiornato nelle aree suddette, di non recarsi in Conservatorio» e invita «coloro che si sono recati nelle regioni Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, a contattare l’azienda sanitaria locale ed a sottoposti al controllo sanitario».
Domenica un prof del Conservatorio, Maurizio Marino, aveva raccontato di essere rientrato da Verona a Campobasso in treno e di non aver trovato personale sanitario che lo aspettava. Aveva saputo del comunicato della Regione e la moglie aveva informato l’Asrem che lui stava rientrando. «Le hanno detto solamente che avrebbe dovuto lasciare i miei dati e segnalare eventuali miei colpi di tosse o starnuti. Tutta qui la prevenzione della nostra regione?». Il comunicato della Regione questo prevedeva. Comunque, il problema lo ha poi risolto il Conservatorio con il provvedimento di ieri.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.