Menù

Poker e spettacolo, il Campobasso stordisce l’Agnone

Di fronte a 3mila e 500 tifosi il Campobasso regala spettacolo e diffonde ancora di più l’entusiasmo già forte in città. Con il 4 a 0 rifilato all’Olympia Agnonese i Lupi agganciano in classifica il Notaresco e mantengono inalterate le distanze dal Matelica, adesso sola in testa alla classifica ma con un vantaggio di soli tre punti dai rossoblù. Che la giornata del Romagnoli sarebbe stata epica lo dicevano già i numeri dei tagliandi venduti in prevendita. Domenica mattina, infatti, la Curva Nord era già sold out, mentre per la tribuna rimanevano solo qualche decina di posti ancora a disposizione, risultato: Romagnoli pieno in ogni ordine di posto. Da brividi anche la coreografia organizzata dalla Curva, con la gigantografia di Scorrano immersa tra bandierine rossoblù, mentre in campo la società consegna la maglia numero 2 alla famiglia dell’eterno capitano, con applausi scroscianti che hanno accompagnato l’intera cerimonia. Passando alla cronaca si vede subito un Campobasso voglioso di fare propria la partita e un’Olympia Agnonese che non vuole lasciare nulla al caso. Nei primi minuti, infatti, regna un totale equilibrio, con le due formazioni che si studiano a vicenda. Per vedere la prima azione da gol bisogna aspettare il 21’ con Zammarchi che dalla destra inventa un assist in profondità per Cogliati, Mejri anticipa in uscita. Al 22’ grande iniziativa di Cogliati sulla destra, il professore sfugge in velocità e crossa in mezzo per Candellori che non riesce a colpire di testa. Ancora Cogliati pericoloso dopo poco su lancio lungo di Vanzan sul quale Mejri esce male, Zammarchi raccoglie la sfera e calcia a porta semi guarnita Ciampi salva sulla linea. Al 34’ la prima vera azione offensiva di marca granata, Minicucci in corsa tenta il tiro da fuori area ma la traiettoria finisce alta sulla traversa. Si arriva così al 42’: punizione dall’out sinistro per l’Agnonese, Pejic calcia alto sulla traversa. Su capovolgimento di fronte arriva la rete che sblocca il tabellino, Alessandro dalla destra crossa nel cuore dell’area di rigore e trova la testa di Bontà che insacca la palla in rete e libera il boato di gioia dei sostenitori rossoblù. Il primo tempo finirà con il Campobasso in vantaggio per una rete a zero. Nella ripresa 46’ Subito in avanti il Lupo su corner tagliato di Alessandro, sfiorano in tanti di testa ma nessuno riesce a girare in porta. Al 51’ grande occasione per il Lupo: cross di Candellori dalla sinistra, la sfera taglia tutta l’area ma Cogliati viene anticipato al momento di colpire di testa. Al 57’ ad essere pericolosa è l’Olympia Agnonese che in contropiede calcia da due passi con D’Ercole, Raccichini salva in corner. Sarà questa l’azione che farà mangiare le mani agli alto molisani perché solo 60 secondo dopo arriva il raddoppio del Campobasso. L’azione parte tutta dall’estro di Zammarchi che supera con un tunnel il difensore e serve un assist perfetto per Alessandro, qui arriva l’invenzione. Colpo di tacco al volo e palla in rete proprio sotto la Nord in visibilio. Per il Grifone è una doccia fredda che si materializza da lì a breve in una sonora sconfitta. Al 62’, infatti, arriva la terza rete del Campobasso e la firma è del professore Pietro Cogliati, servito in area da Alessandro, il numero 9 è abile a mirare il palo più lontano da Mejri e far crollare la curva già festante. Da qui in poi non ci sarà più partita, con il Campobasso bravo a controllare il gioco a rendere inoffensive le proposte degli alto molisani. Al 83’, intanto arriva anche il poker dei Lupi: Vanzan si invola in contropiede, entra in area ed esplode un mancino ad incrociare su cui non può nulla il portiere, gloria anche per il Frecciabianca venuto dal Nord. Il Romagnoli si veste a festa e attende solo il fischio finale per unirsi in un abbraccio caloroso che unisce tutti. La festa sembra essere solo all’inizio, ma ci sarà ancora da lottare e tanto. Per ciò che riguarda la prova incolore dell’Olympia Agnonese questa non compromette in alcun modo la corsa verso i play off, con i granata che avranno subito l’occasione di rifarsi al Civitelle contro il Notaresco.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.