Menù

Coronavirus, nuova stretta: il sindaco di Isernia chiude i parchi

La maggior parte degli isernini ha compreso la necessità di rispettare le misure messe in campo per contrastare la diffusione del Covid-19. Eppure, forse anche per la complicità delle belle giornate di sole, sono ancora tante le persone che non escono solo per necessità. Una situazione segnalata da più parti ce ha indotto il sindaco Giacomo d’Apollonio a chiudere le aree gioco, i parchi comunali. Non sono. Sono stati ridotti gli orari per le visite nei cimiteri comunali, mentre l’area di Le Piana verrà maggiormente controllata, per garantire il rispetto delle regole.
Ieri mattina, il primo cittadino ha dunque disposto «l’immediata chiusura della Villa Comunale, del Parco della Rimembranza, della Piazzetta dei Giovani Ricercatori e di tutte le aree gioco presenti sul territorio comunale, fino al 3 aprile , conferendo incarico al settore tecnico affinché tutti i parchi e le aree suddette siano adeguatamente recintate o transennate e munite, in buona evidenza, di copie della presente ordinanza, e conferendo incarico alla Polizia Municipale di effettuare un costante controllo sull’osservanza della ordinanza medesima».
Non solo. Sempre con apposita ordinanza, è stato anche ridotto l’accesso nei cimiteri. “Gli orari di apertura al pubblico dei Cimiteri comunali vengono modificati, per il periodo indicato, come segue: mattina dalle ore 09:00 alle ore 11:00 – pomeriggio dalle ore 15:00 alle ore 17:00. Nel rispetto degli orari che precedono, l’accesso del pubblico sarà consentito ad un solo soggetto per ogni defunto, e comunque l’ingresso sarà circoscritto ad un numero complessivo contemporaneo di soggetti tale da impedire assembramenti e da garantire la distanza di sicurezza interpersonale di un metro. I custodi hanno la facoltà di disciplinare gli ingressi ai fini del rispetto delle presenti disposizioni». Ma c’è di più. Un altro provvedimento è stato infatti adottato, sempre nel corso della mattinata di ieri. Per ora è un avvertimento e riguarda il parco di contrada Le Piane. «Nell’area – si legge nell’avviso firmato dal sindaco – si sta verificando in questi giorni un particolare afflusso di soggetti, purtroppo del tutto problematico in funzione di una corretta di una corretta ed efficace azione di prevenzione del contagio”. E, visto che risulta piuttosto problematico riuscire a monitorare costantemente la situazione, il sindaco ha richiamato la cittadinanza del rispetto delle regole. Inoltre sono state date disposizioni precise alla Polizia Municipale per l’esecuzione di controlli. In caso di nuove trasgressioni “sarò costretto – scrive d’Apollonio – mio malgrado ad adottare misure restrittive sull’utilizzo dell’area per la pratica delle attività motorie».
«Cautela, cautela, cautela». Lo ha ribadito il primo cittadino nel corso del quotidiano video rivolto alla popolazione, spiegando le ragioni della sua scelta. «L’area di Le Piane è davvero troppo frequentata. E questo non va bene. Stesso discorso anche le aree verdi». Infine, il sindaco ha annunciato anche delle modifiche relative al trasporto, in relazione a quanto disposto dal presidente della Regione Donato Toma.

Deb.Div.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.