Menù

Per l’Oms il picco italiano in questa settimana, Toma: «Teniamo duro, ora più che mai a casa»

Per l’Oms il picco italiano in questa settimana, Toma: «Teniamo duro, ora più che mai a casa»

Una giornata difficile, si impenna di nuovo la curva del contagio in Molise mentre nel complesso pare si stia stabilizzando. Ma era purtroppo preventivabile e dunque non inatteso.
È questa la settimana cruciale per l’Italia, lo ha dichiarato ieri il direttore vicario dell’Oms Ranieri Guerra: « Il rallentamento delle velocità di crescita è un fattore estremamente positivo, in alcune regioni credo che siamo vicini al punto di caduta della curva stessa, quindi il picco potrebbe essere raggiunto in questa settimana e poi cadere». È anche il periodo temporale in cui i provvedimenti di contenimento emanati 15-20 giorni fa dal governo nazionale dovrebbero fare effetto.
Vietato, dunque, ora più che mai abbassare la guardia. Lo ha confermato il vice capodipartimento della Protezione civile Agostino Miozzo: «Viviamo una fase di apparente stabilizzazione e crediamo che il numero di persone infette sia coerente con il trend che la diffusione ha avuto nel paese: questo ci fa pensare che è indispensabile, se vogliamo vedere la curva stabilizzarsi e poi decrescere, mantenere le rigorose misure di contenimento e di distanziamento sociale».
Teniamo duro, è il messaggio del governatore Donato Toma al Molise, «teniamo duro sul rispetto delle regole». I molisani – ha detto in un messaggio postato anche sui social – stanno dimostrando di essere un grande popolo. Non solo per il rispetto delle regole ma pure per «tante pagine belle, alcune note altre meno, che fanno da sfondo a questa terribile malattia, che non è solo sociale, ma anche di solitudine. Il nostro pensiero va a quanti sono impegnati in prima linea a fronteggiare l’emergenza: personale sanitario, forze dell’ordine, coloro che operano negli uffici e nelle attività commerciali rimaste aperte. Ma anche a quelli che sono nelle loro abitazioni, soprattutto agli anziani, che sono la parte più fragile di questo contesto. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno risposto alla raccolta di fondi promossa dall’Asrem, gli imprenditori che hanno donato presidi ospedalieri, ma anche tantissimi cittadini che stanno contribuendo, ciascuno in relazione alle proprie possibilità, alle donazioni. Grazie Molise. Teniamo duro, vinciamo insieme».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.