Menù

Campobasso, arrotondava lo stipendio spacciando coca: artigiano in manette

Campobasso, arrotondava lo stipendio spacciando coca: artigiano in manette

L’attività ‘ufficiale’ era quella di artigiano. Ma una volta abbassata la saracinesca della sua bottega del centro storico, arrotondava lo stipendio rifornendo di cocaina la piazza di Campobasso. Il 54enne però è stato arrestato dalla Squadra Mobile nella tarda serata di mercoledì. Gli uomini guidati da Raffaele Iasi, che erano sulle sue tracce da diverso tempo, raccolti tutti gli elementi hanno dato il via all’operazione. Lo hanno sorpreso per strada – e tra le altre cose, è stato multato anche per non aver rispettato i divieti previsti per contenere il contagio Covid – con addosso 10 grammi di cocaina, un bilancino e circa 3.000 euro in contanti, presumibilmente proventi dello spaccio. Gli agenti hanno perquisito anche la sua abitazione e il negozio dove è stata trovata anche la lista degli acquirenti. Un lungo elenco, persone insospettabili e di tutte le età, giovani, adulti, professionisti.
L’uomo è stato poi condotto in questura per gli accertamenti di rito e per una più approfondita perquisizione. Ora è ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che verrà fissata nelle prossime ore.
Dalle indagini della Polizia è emerso anche il modus operandi dello spaccio: l’artigiano lasciava le dosi di droga dietro un pannello pubblicitario in via Santa Maria delle Croce in modo da non ‘entrare in contatto’ con gli acquirenti che passavano poco dopo e ritiravano la cocaina.
Ora il 54enne dovrà rispondere di detenzione di droga ai fini di spaccio.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.