Menù

Schianto mortale a Monteroduni, si indaga per omicidio stradale

Ricostruire con esattezza le cause e fare così piena luce sullo schianto costato la vita a Lorenzo Gliottone, il 20enne di Monteroduni tragicamente scomparso lunedì sera. Con questo obiettivo la Procura di Isernia ha aperto un fascicolo per omicidio stradale. Indagato uno dei giovani rimasto coinvolto nell’incidente, anche lui 20enne assistito dall’avvocato Francesco Del Basso. Un atto dovuto anche per poter procedere all’autopsia che è stata effettuata nella tarda mattinata di ieri presso l’obitorio del ‘Veneziale’ dal medico legale Massimiliano Guerriero. Il professionista entro i prossimi 90 giorni consegnerà i risultati. Dopo il via libera del magistrato nel pomeriggio la salma è stata restituita alla famiglia per la celebrazione del rito funebre, che si terrà questo pomeriggio alle ore 18 nel campo sportivo del paese, per consentire a tutti di partecipare e garantire al contempo il rispetto delle misure anti-Covid. L’intera comunità del centro della provincia di Isernia, profondamente addolorata per quanto accaduto, si prepara dunque a salutare per l’ultima volta il ‘suo’ Lorenzo. Una vita che si è spezzata troppo in fretta quella del 20enne che, da poco, si era diplomato all’istituto alberghiero.
Stando a quanto ricostruito fino a questo momento, lunedì sera il giovane viaggiava insieme a un amico a bordo di una Bmw Serie1 lungo il tratto di strada che dalla Statale 85 ‘Venafrana’ conduce al centro abitato del paese, in località ‘Madonna del Piano’. Dietro di lui procedeva un altro ragazzo alla guida di una Opel Karl.
Per cause ancora al vaglio dei Carabinieri della locale Stazione, all’improvviso la berlina tedesca ha iniziato a sbandare schiantandosi contro il muro di cinta di una villetta sita ai margini della carreggiata.
L’impatto è stato violentissimo tanto da distruggere completamente la parte anteriore della Bmw, in special modo sul lato sinistro dove è avvenuto l’impatto.
Lorenzo è morto sul colpo. Inutile l’intervento del personale del 118 giunto immediatamente sul posto a bordo di un’ambulanza di Isernia Soccorso.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.