Menù

Contributi a fondo perduto, pubblicate due graduatorie: aiuti che valgono 8 milioni

Contributi a fondo perduto, pubblicate due graduatorie: aiuti che valgono 8 milioni

Due determinazioni dirigenziali, una del 28 e l’altra del 29 luglio, con le quali i contributi a fondo perduto “di piccola entità” stanziati dalla Regione Molise in favore delle pmi che hanno subito il colpo legato all’emergenza Covid passano dalle parole ai fatti. Quella boccata d’ossigeno che serve per mettere a posto i conti, chiudere anche se non completamente un periodo in cui le casse sono rimaste desolatamente vuote mentre invece i pensieri e le ansie si sono fatti opprimenti. Il primo elenco delle aziende ammesse – grazie alla determinazione della Regione Molise del 20 maggio scorso che impegnava i fondi Ue Covid, sul Fesr 2014-2020 quota Ue Imprese – pubblicato sull’albo pretorio il 10 luglio, è stato confermato con ulteriore determinazione pubblicata proprio ieri mattina. Il secondo elenco delle piccole e medie imprese (dai bar agli studi professionali, dagli esercizi commerciali ai locali notturni) che potranno accedere al contributo di piccola entità ma che, ora come non mai, diventa vitale, è stato pubblicato – sempre sull’albo pretorio della Regione – il 28 luglio scorso. La prima tranche di contributi a fondo perduto, quella relativa al primo elenco, ammonta a 2 milioni 340mila euro circa; la seconda supera i 5 milioni e mezzo. Importi singoli differenti, fino ad un massimo di 10mila euro, che consentono -come detto – alle piccole e medie imprese di poter chiudere eventuali conti in sospeso legati alla chiusura delle attività durante il lungo e preoccupante lockdown e di tamponare gli effetti pesantissimi sul tessuto economico e imprenditoriale del Covid 19. Ad entrambe le determinazioni (la 3863 del 28 luglio 2020 e la 3910 del 29 luglio 2020), consultabili sul sito della Regione Molise nella sezione dedicata all’albo pretorio, è allegato l’elenco completo delle aziende ammesse ai contributi che raggiungono una somma totale di circa 8 milioni di euro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.