Menù

Progetto Due Mari, a Campomarino la prima “Spiaggia abile”

Distanziamento sociale e spiaggia attrezzata per disabili, sono soldi ben spesi quelli a Campomarino, dove c’è uno spazio tutto riservato ai portatori di handicap.
Si chiama “Due mari”, il progetto messo a punto dall’assessora al Demanio Anna Pollace, in tandem col vice sindaco e assessora alle Politiche sociali Rossella Panarese.
La presentazione c’è stata nella tarda mattinata di ieri, alla presenza dei colleghi di giunta Michele D’Egidio e Antonio Saburro, del consigliere Giuseppe Di Carlo, del presidente del Consiglio Carmen Carriero, dell’assessore comunale di Termoli Silvana Ciciola, dell’assessore regionale Vincenzo Niro e di Adriana Viotti, dell’Apsi Molise.
Un contributo di sicurezza garantito anche dalla presenza dei City Angels, associazione locale di Protezione civile.
Come illustra la Pollace, «La Regione Molise è partner del Progetto Due Mari- programma Interreg Italia-Albania-Montenegro. Una piattaforma programmatica che mira allo sviluppo della Costa molisana attraverso la valorizzazione del patrimonio naturalistico e culturale promuovendo azioni mirate al turismo sostenibile territorialmente.
Al fine di contrastare e prevenire la diffusione del virus Covid-19 sulle spiagge libere, il comune di Campomarino, nell’ambito del protocollo di intesa stipulato con i comuni limitrofi e in riferimento al piano regionale di sicurezza delle spiagge, ha ideato un progetto pilota in maniera tale da creare le condizioni di sicurezza per i turisti e fruitori delle spiagge libere.
Il progetto portato avanti insieme alla struttura comunale, prevede: 307 paletti di colore arancione distanziati come da planimetria allegata. Essi fungono da riferimento per il posizionamento degli ombrelloni; passerelle di ingresso e di uscita, anch’esse debitamente distanziate; un bagno auto-igienizzante e differenziato; cartellonistica informativa e monitoria con indicazione dei vari servizi e le norme di comportanti da adottare. E’ presente un QR code per la promozione turistica e culturale dell’intera regione.
Volontari con funzione di accoglienza, informazione e controllo del rispetto delle buone norme nel tratto di spiaggia “regolamentata per il distanziamento” e poi la cosiddetta “Spiaggia Abile”: unico punto dell’intera costa di accoglienza dei soggetti diversamente abili. 12 postazioni con idoneo basamento esclusivamente dedicato a soggetti con disabilità sia motoria che psichica. A loro servizio anche due sedie job per agevolare l’accesso in acqua. Si ringrazia per la collaborazione l’assessorato alle Politiche sociali, all’associazione ApsiMolise e la consulta di Termoli per la disabilità.
Doveroso il ringraziamento alla Regione Molise e a coloro che ci hanno dato questa nuova opportunità per il nostro paese, a tutta l’amministrazione di Campomarino e l’intera struttura comunale oltre agli Enti preposti quali Demanio e Capitaneria di Porto per le autorizzazioni di competenza.
Il comune di Campomarino ha voluto migliorare il servizio turistico, sociale e di pubblica utilità, nonostante i numerosi atti vandalici avuti nelle ultime settimane che hanno rallentato i lavori, abbiamo portato a termine gli obiettivi prefissati».
«Da oggi, un piccolo tratto di spiaggia libera e mare non sarà più un miraggio ma una realtà concreta, pienamente fruibile, dalle persone diversamente abili – ha rimarcato la vice sindaca Rossella Panarese – una passerella consentirà ai fruitori di spostarsi in modo agevole e sicuro dal marciapiede alla battigia. Dodici sono le postazioni messe a disposizione e che ne rispettano le distanze interpersonali, due le carrozzine Job che consentono a chi ha difficoltà motorie permanenti o transitorie di vivere con armonia il contatto con il mare, un’area per servizi igienici con sistema di sanificazione automatica e la presenza di steward all’accoglienza nei giorni prestabiliti.
Un piccolo passo avanti ed orgogliosi di questa iniziativa! La volontà è stata quelle di superare barriere architettoniche che ostacolano la quotidianità delle persone diversamente abili e di coloro che se prendono cura e di portarne sollievo. Come assessore alle Politiche sociali e tutta l’amministrazione Comunale ne è orgogliosa ed auspica di poter proseguire il prossimo anno con progetti di rilevanza più ampia. Ringrazio tutta l’amministrazione, che come al solito ha fatto gioco di squadra, e chi ci ha dato e ci sta dando una mano, dai City Angels all’Apsi, dalla Consulta per la disabilità alla Regione Molise».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.