Menù

Trasporto scolastico a Campobasso, il Comune chiede 10 bus aggiuntivi

Trasporto scolastico a Campobasso, il Comune chiede 10 bus aggiuntivi

Il ‘nodo’ della riapertura delle scuole, prevista per il 14 settembre, viaggia di pari passo con quello del trasposto degli alunni. Per questo il Comune di Campobasso è già al lavoro ed ha previsto una modifica della gestione delle istanze per accedere al servizio di trasporto scolastico, che da quest’anno sarà effettuata in modalità on-line attraverso la piattaforma Simeal/Sicare.
«In questo modo – ha spiegato l’assessore Luca Praitano – di qui ad una settimana avremo una stima precisa di quanti alunni usufruiranno del servizio e potremo organizzare il trasporto secondo le linee guida previste dal governo per evitare il contagio». Gli autobus potranno infatti viaggiare solo a capienza ridotta, garantendo un metro di distanza tra i passeggeri, ad eccezione degli ultimi 15 minuti di tragitto dove si può raggiungere la capienza massima, fermo restando l’obbligo di mascherina. Tradotto, i 40 posti disponibili sugli scuolabus cittadini vanno ridotti a 17. «In via preventiva – ha poi aggiunto Praitano – abbiamo già fatto richiesta di altri 10 scuolabus, 6 al Ministero e 4 alla Regione, senza ulteriori spese per i cittadini. L’obiettivo è quello di garantire, per quanto possibile vista l’emergenza Covid, lo stesso servizio offerto negli anni scorsi, senza creare troppi disagi ai genitori». Insomma, un nuovo piano dei trasporti che tenga conto anche del trasferimento di alcune scuole, quelle che non possono garantire le misure di sicurezza. A Campobasso 2 istituti hanno evidenziato delle carenze e la necessità di locali aggiuntivi: si tratta della scuola elementare del comprensivo Montini (con sede all’ex casa dello studente), che verrà trasferita in locali privati nella zona industriale, e le 4 aule del comprensivo D’Ovidio (fino allo scorso anno ospitate in via Crispi), che dal 14 settembre faranno lezione nelle sedi di piazza della Repubblica e via Gorizia.
I genitori degli alunni delle scuole primarie e/o tutore legale che intendono far richiesta di trasporto scolastico dovranno registrarsi alla piattaforma cliccando sul seguente link: http://campobasso.simeal.it/sicare/benvenuto.php.
Per una maggiore visibilità della maschera di inserimento dati è consigliabile accedere direttamente da pc piuttosto che da cellulare o tablet.
Sul sito web del comune di Campobasso, in home page, nella sezione news, e nell’area tematica dedicata alla “Scuola”, è consultabile un apposito post informativo che guida i cittadini alla corretta registrazione sulla piattaforma.
Completata l’iscrizione al servizio di trasporto scolastico in ogni sua parte, l’ufficio competente dell’Ente prenderà in carico l’istanza che resterà nello stato “in esame”, il richiedente riceverà all’indirizzo mail precedentemente indicato una conferma di acquisizione della richiesta.
Si fa presente che l’iscrizione al servizio di trasporto scolastico da parte del genitore e/o tutore richiedente non dà accesso alla fruizione del servizio richiesto.
Solo a seguito di verifica dei requisiti previsti dal Regolamento Comunale che disciplina il servizio di trasporto scolastico e previa organizzazione dello stesso in base alla normativa vigente in materia di Covid-19, il richiedente riceverà una mail di accoglimento della domanda e potrà effettuare il pagamento della quota di compartecipazione in base alle tariffe previste per l’anno scolastico 2020/2021.
Una volta inviata la domanda non è più possibile modificare i dati inseriti. Sarà necessario inviare specifica comunicazione al Comune di Campobasso.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.