Menù

Raddoppiano i contagi, in 24 ore quattro casi

Raddoppiano i contagi, in 24 ore quattro casi

Meno tamponi (197 contro 331), nuovi contagi raddoppiati: sono quattro (rispetto ai due di mercoledì) i casi di coronavirus comunicati ieri dall’Asrem con il bollettino quotidiano.
Tutti di importazione, anche se non tutti da zone ritenute particolarmente a rischio (non ora comunque), come l’Abruzzo.
Da lì sono tornate in Molise le due persone di Montenero di Bisaccia positive al Sars-Cov2. C’è poi un rientro dall’estero, dalla Repubblica Dominicana in particolare, a Bojano. infine, un residente a Carovilli proveniente da Roma.
Tutti, per fortuna, asintomatici o paucisintomatici. Non aumentano, cosa che invece a livello nazionale sta accadendo sensibilmente, i ricoveri in Molise: restano tre in malattie infettive al Cardarelli. Tutti gli altri sono curati al proprio domicilio dove sono in quarantena obbligatoria.
Gli attualmente positivi salgono, così, a 78. In totale, dall’inizio della crisi, sono stati riscontrati 534 contagi da Sars-Cov2 in regione. I tamponi complessivamente eseguiti e processati sono 33.340 (1.255 quelli di controllo). Tre i ricoverati, 75 assistiti a casa.
Ieri si è registrata anche una guarigione, negativo al doppio tampone eseguito a distanza di 24 ore uno dei tunisini del cluster migranti ospitato nel Cas di Campolieto. I guariti salgono così a 433 in totale. Le visite delle Usca sono sempre 595. Mentre i soggetti in isolamento sono 126.
In Italia, invece, il bilancio delle ultime 24 ore è di dieci morti e 1.397 nuovi contagiati. Numeri in crescita rispetto al giorno precedente, quando si erano registrati 1.326 positivi e sei decessi. In calo al contrario il numero dei tamponi, a quota 92mila, circa 10mila in meno rispetto al picco record di mercoledì. Nuovo balzo, nei dati comunicati dal ministero della Salute, del numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva in Italia a causa del coronavirus: sono aumentati di 11 in 24 ore, portando il totale a 120.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.