Menù

Venafro, anziano scippato nel proprio terreno: è caccia all’uomo

Venafro, anziano scippato nel proprio terreno: è caccia all’uomo

Anziano scippato da uno sconosciuto a Venafro mentre si trovava nel proprio terreno. Questo è quanto riferito dal povero 80enne ai Carabinieri della Compagnia di Venafro ai quali ha presentato una dettagliata denuncia.
Un giovane alto circa 1,80 cm, di «carnagione olivastra, gli avrebbe quindi strappato la catenina in oro dal collo dandosi subito dopo a precipitosa fuga. L’anziano ha raccontato per filo e per segno l’accaduto ai militari dell’Arma che adesso stanno cercando il ladro dall’«accento straniero» e non escludono alcuna pista o ipotesi.
L’80enne ha assicurato che sarebbe in grado di riconoscere quel giovane che – ha dichiarato – lo ha anche ferito per portargli via la catenina di un valore dichiarato di circa 600 euro.
Sempre secondo quanto riferito dall’anziano venafrano, il tutto è avvenuto intorno alle ore 16 quando si trovava all’interno del proprio terreno in via Publio Ovidio. Terreno recintato e con cancello in ferro all’ingresso. L’uomo ha così notato la presenza del giovane dalla carnagione olivastra che si era introdotto nella sua proprietà spiegando che «doveva acquistare del marmo». L’80enne si è però insospettito ed ha provveduto ad accompagnare lo sconosciuto fuori dal terreno: una volta sulla strada, tuttavia, il giovane «mi ha infilato la mano all’interno della maglia strappandomi la collana in oro giallo con crocifisso».
Ne sarebbe nata una breve colluttazione, con tanto di graffio al collo per il povero anziano.
Lo stesso ha pure denunciato la sparizione di 100 euro che erano custoditi nel portafogli all’interno dell’auto lasciata aperta e parcheggiata in strada. Secondo la denuncia dell’80enne, il giovane scippatore sarebbe poi scappato velocemenete fino a raggiungere un’autovettura di colore nero per dileguarsi in direzione Sesto Campano.
I Carabinieri stanno esaminando nel dettaglio il racconto senza lasciare nulla al caso.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.