Menù

Consorzio di bonifica, la sfida può partire: depositate due liste

Consorzio di bonifica, la sfida può partire: depositate due liste

Volti noti e volti nuovi nella corsa al vertice del Consorzio di bonifica della Piana di Venafro che vivrà il suo culmine con il voto dell’11 ottobre. Nei giorni scorsi sono state presentate le liste che si sfideranno per conquistare la presidenza: da una parte “Agricoltura, ambiente e territorio” supportata ufficialmente da Coldiretti ed Unsic, dall’altra “Acqua, ambiente e territorio” con, tra gli altri, i sindaci di Pozzilli Stefania Passarelli e di Sesto Campano Luigi Paolone.
Con la lista espressione delle associazioni degli agricoltori della Piana sono schierati pure l’ex consigliere regionale Antonio Tedeschi e il sindaco di Venafro Alfredo Ricci che ha sottoscritto la presentazione della lista. E non passerà di certo inosservato che l’ex presidente dell’ente (l’ultimo prima del commissariamento) nonché attuale regionale del Movimento 5 Stelle Vittorio Nola è un iscritto alla Coldiretti.
Insomma, si preannuncia una vera e propria battaglia. Circa 4mila gli elettori aventi diritto.
Le due liste hanno dovuto presentare un elenco di candidati suddiviso per le trasce di contribuzione previste dal Consorzio. Dalla più piccola, la prima, a quella dei grandi proprietari terrieri, la terza.
Liste e candidati. In totale ben 50 i candidati in corsa per l’elezione ai 12 posti dell’assemblea all’interno della quale verrà poi scelto il presidente: 3 seggi spettano rispettivamente alla prima e alla seconda fascia e 6 alla terza; altri tre consiglieri della deputazione saranno poi indicati dalla Regione Molise. Tra i big in campo (ovvero esponenti della terza fascia e nelle primissime posizioni in lista) figurano l’avvocato Nicandro Biasiello per “Agricoltura, ambiente e territorio” e l’imprenditore agricolo Raffaele Cotugno per “Acqua, ambiente e territorio”. Inizialmente si era parlato pure di una candidatura del già sindaco di Venafro Enzo Bianchi.
Questi, in dettaglio, i candidati delle due liste, fascia per fascia. “Agricoltura, ambiente e territorio”, prima fascia: Pietro Lombardi, Gianfranco Martellino, Franco Martone, Nicandro Silvestri, Egidio Pescosolido, Giuditta Gonnelli, Massimo Zullo, Michele Perna; seconda fascia: Alessandro Celino, Mario Celino, Michele Cotugno, Anna Carcillo, Nicolino Ricci, Giacomo Zullo, Anna Baratella; terza fascia: Nicandro Biasiello, Stefano Busico Armieri, Crescenzo Cotugno, Francesco Marciano, Mario Mascio, Mario Rambaldi, Arturo Mascio, Angelo Ricci e Giuseppe Vollucci.
“Acqua, ambiente e territorio”, prima fascia: Giuseppe Cioffi, Nicandro Carcillo, Massimiliano Lanni, Michele Vallone, Adamo Di Nardo, Rocco Matteo, Patrizia Romano, Lucio Mario Epifanio, Antonio Franchitti, Guido Cimino; seconda fascia: Michele Dom. Rongione, Ernesto De Sanctis, Gianclaudio Rongione, Veronica Di Nardo, Sergio Zullo, Antonio Fargnoli, Egidio Arcaro, Raul Petescia; terza fascia: Raffaele Cotugno, Stefania Passarelli, Michele Galardi, Carmine Falciglia, Vincenzo Salvatore, Claudio Peluso, Michele Scarabeo e Luigi Paolone.
Ricordiamo che il Consorzio ha sede a Venafro e gestisce un comprensorio di oltre 10mila ettari distribuiti sulla provincia di Isernia (per il 99%) e Caserta (per l’1%) suddiviso in 10 comuni: Venafro, Pozzilli, Sesto Campano, Montaquila, Colli a Volturno, Fornelli, Isernia, Macchia d’Isernia, Monteroduni e Capriati a Volturno. Su tutto il territorio di competenza controlla la funzionalità dei corsi d’acqua, delle strade, dei canali di scolo e di altre opere importanti come vasche di laminazione, minicentrali idroelettriche, impianto irriguo, ecc.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.