Menù

Dopo 25 anni di nuovo sindaco, De Matteis ‘torna a casa’

Dopo 25 anni di nuovo sindaco, De Matteis ‘torna a casa’

La corsa alle elezioni amministrative è stata fortemente voluta dai suoi concittadini. «Un atto d’amore verso il mio paese» commentava alcune settimane fa su Primo Piano Molise.
Una sfida vinta, quella di Rosario De Matteis che oggi – a 25 anni di distanza dalla prima elezione a sindaco – torna alle sue ‘origini’ riconfermandosi alla guida di San Giuliano del Sannio.
La sua carriera politica parte proprio dal piccolo comune alle porte di Campobasso con le amministrative del 1978. Dopo 12 anni di esperienza come primo cittadino e 5 in cui ha ricoperto i ruoli di assessore e consigliere comunale, De Matteis approda a Palazzo D’Aimmo nel 1995. Siede tra i banchi del Consiglio regionale per 4 legislature, ricoprendo vari incarichi tra cui quello di vicepresidente. Dal 2011 al 2016 è al timone di Palazzo Magno, l’ultimo presidente della Provincia votato dai cittadini prima della riforma Delrio.
Oggi De Matteis riparte dal suo amato comune con una vittoria schiacciante (90,99%, pari a 596 preferenze contro le 59 del suo sfidante, Adamo Cappiello, con la lista “Progredire con impegno”) e con un programma che punta alla valorizzazione del turismo e alla sopravvivenza del borgo: «Una grande vittoria – commenta a poche ore dall’elezione senza nascondere la commozione – che testimonia come la stima e l’affetto dei miei concittadini siamo rimasti immutato nel tempo. Al contempo però vuol dire che si aspettano anche molto da me. Posso assicurare che la volontà e l’impegno per far bene non mancheranno. Ringrazio dunque i miei concittadini ma anche i candidati che si sono messi in gioco, una squadra valida e competente. Ci sarà molto da fare e ci metteremo subito al lavoro, soprattutto per reperire fondi regionali ed europei, viste le esigue risorse destinate ai piccoli comuni. L’obiettivo principale è evitare lo spopolamento, dunque dovremo essere bravi ad attrarre le persone, non solo i turisti. Spazio di manovra ce n’è: abbiamo una posizione privilegiata, perché vicini al capoluogo, dunque si può intervenire sul piano regolatore per far sì che anche i campobassani scelgano di venire ad abitare a San Giuliano del Sannio.
Necessario, poi, mantenere tutti i servizi essenziali e potenziare il nostro impianto sportivo.
Prometto ai miei concittadini – conclude De Matteis – di ricreare quell’ambiente familiare esattamente come 25 anni fa, quel rapporto di vicinanza tra sindaco e persone, che è la vera forza dei piccoli comuni».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.