Menù

Truffa, estorsione, violenza sessuale e favoreggiamento della prostituzione: scattano gli arresti

Truffa, estorsione, violenza sessuale e favoreggiamento della prostituzione: scattano gli arresti

A Venafro da ieri mattina è in atto una caccia all’uomo senza quartiere per rintracciare un 33enne: i Carabinieri lo cercano per notificargli un ordine di carcerazione di 4 anni e 6 mesi. Al momento, dunque, all’appello manca solo lui, condannato in via definita per violenza sessuale e favoreggiamento della prostituzione. Altri tre, parenti del 33enne, sono stati raggiunti dai Carabinieri della Compagnia di Venafro che ieri mattina all’alba hanno suonato alle loro porte.
Tutti già noti alle forze dell’ordine, e tutti imparentati tra loro i quattro colpiti da ordini di carcerazione dell’autorità giudiziaria per aver commesso gravi reati nell’ambito di due distinti procedimenti penali coordinati dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Cassino.
Uno di essi è indagato per truffa ed estorsione in un procedimento e gli altri tre per favoreggiamento della prostituzione e violenza sessuale in altro.
I fatti contestati sono avvenuti nell’anno 2013 a Cassino e le relative pene detentive sono di due anni e sei mesi per il primo e di 4 anni e sei mesi per gli ultimi tre, tra cui appunto il ricercato.
La suprema Corte, rigettando il ricorso presentato dai legali degli stessi, ha aperto le porte del carcere per due di loro mentre per gli altri due, che hanno già scontato un periodo di misure cautelari, la pena detentiva è stata sospesa e saranno ammessi a svolgere i servizi sociali.
La persona arrestata è stata quindi tradotta in carcere presso la casa circondariale di Rebibbia a Roma.
L’altro uomo colpito da ordine di carcerazione che risulta irreperibile è attivamente ricercato dai Carabinieri.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.