Menù

Un bollettino di guerra: 49 nuovi positivi, i ricoveri salgono a dieci

Un bollettino di guerra: 49 nuovi positivi, i ricoveri salgono a dieci

Come a inizio maggio, è un funerale a spingere il Covid in Molise. Si è svolto a Castelpetroso: molto partecipato e commovente per una scomparsa prematura, evidentemente si è svolto senza il rispetto delle misure anti contagio. Il cluster si sta allargando a buona parte della provincia di Isernia. Casi collegati si registrano, oltre che nel paese della basilica dove i casi sono già 18, nei centri vicini come Santa Maria del Molise ma pure fino a Montaquila.
La differenza con il focolaio originato dalla cerimonia funebre rom di fine aprile a Campobasso, è che allora gli altri contagi erano pochi. Adesso, invece, siamo in piena seconda ondata, con casi che si registrano nelle scuole o nelle case di riposo (in una sarebbe in corso uno screening).
Ieri, il bollettino dell’Asrem che pure nei mesi scorsi ha registrato giorni duri era un bollettino di guerra. Record di casi in un solo giorno, 49. Su 525 tamponi processati nelle ultime 24 ore. È il giorno più buio. I ricoveri al Cardarelli, malattie infettive, sono saliti a dieci con l’ultimo arrivato da Termoli. Il reparto Covid 1 al quinto piano è in saturazione. La direzione sanitaria del presidio ha già attivato le procedure per aprire, appena e se sarà necessario, un Covid 2.
Dei 49 positivi, 38 si sono registrati in provincia di Isernia e 11 in quella di Campobasso. In particolare le diagnosi hanno riguardato Bojano (5), Cerro al Volturno (1, su un tampone chiesto dal medico di base), Termoli (2, un tampone richiesto dal medico e l’altro pre ricovero), Isernia (13, fra contatti di positivi, link con cluster giù noto e tamponi chiesto dal medico), Vinchiaturo (1, tampone su prescrizione del medico), Pesche 1, cluter noto), Forlì del Sannio (2, contatti di positivo), Montenero di Bisaccia (1, cluster noto), Santa Maria del Molise (3, cluster noto), Castelpetroso (12, cluster funerale), Ferrazzano (1, tampone chiesto dal medico), Fornelli (1 persona rientrata da fuori regione), Roccamandolfi (1, cluster noto), Venafro (2, di cui uno nel cluster migranti e uno collegato a un focolaio già individuato), Petacciato (1, su tampone chiesto dal medico), Montaquila (1, cluster noto) e Frosolone (una persona rientrata dall’estero).
I casi attualmente positivi sono 214 (114 in provincia di Campobasso e 100 in quella di Isernia), 200 quelli assistiti al domicilio. I soggetti sottoposti a isolamento sono 309. Infine, ci sono anche tre guariti nel bollettino di guerra: a San Martino in Pensilis, Portocannone e Campomarino (555 il totale).

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.