Menù

Agnone, Saia debutta su fb da sindaco: «Insieme ce la faremo»

Agnone, Saia debutta su fb da sindaco: «Insieme ce la faremo»

AGNONE. «Questo periodo storico ci mette a dura prova, ma non dobbiamo arrenderci. Solamente seguendo scrupolosamente le regole di prevenzione potremo portare la curva epidemiologica del nostro paese a toccare nuovamente quota zero. Forza agnonesi, è il momento di mostrare la nostra grinta». Un video messaggio alla cittadinanza agnonese, ad imitazione di quelli che il premier Conte fa ormai da mesi nel corso delle sue dirette social. Il sindaco di Agnone, Daiele Saia, si è lanciato, un po’ impacciato a dire il vero, nel mondo della comunicazione video con un primo messaggio ai cittadini agnonesi appunto. Un video postato su Facebook. Un fatto del tutto inedito per un sindaco agnonese a dimostrazione di quanto l’amministrazione Saia tenga alla comunicazione esterna. «Il mio video-messaggio a tutti voi – scrive il primo cittadino lanciando il video -. La nostra responsabilità nel seguire le regole di prevenzione rappresenta un sacrificio d’amore per tutta la comunità». «Il momento storico che stiamo vivendo, – esordisce Saia emozionato – ci mette a dura prova, ma non per questo dobbiamo mollare la presa. La nostra comunità è stata coinvolta nell’emergenza sanitaria per via di nuovi casi positivi asintomatici Covid19. Alcuni ruotano attorno al mondo scolastico. Voglio rassicurare tutti voi: sono state prese tutte le precauzioni del caso e sono stati applicati tutti i protocolli necessari».
Oltre alle decisioni in merito alla didattica a distanza e alla chiusura e sanificazione di alcuni plessi scolastici, di cui si è già data notizia nei giorni scorsi, tutte azioni concordate con la dirigente Tonina Camperchioli, il primo cittadino ha poi aggiunto che «non è facile per nessuno, per alcuni ancor di più». «Dobbiamo essere capaci di non farci sopraffare dalla paura; rispettiamo le regole per uscire indenni da questa complessa situazione. Tutti dobbiamo collaborare. La nostra responsabilità nel seguire le regole di prevenzione – aggiunge Saia – rappresenta un sacrificio d’amore per l’intera comunità. Quindi raccomandiamo di seguire esattamente i protocolli: mantenere il distanziamento fisico, adottare la mascherina, igienizzarsi frequentemente le mani ed uscire lo strettamente necessario per le cose di utilità familiare. Uniti ne usciremo – chiude il sindaco – insieme, ognuno per la sua parte, ce la faremo». Un primo messaggio, quello del sindaco, accolto con soddisfazione dai concittadini e commentato positivamente anche dal medico e giornalista Italo Marinelli. «Ha usato i toni giusti, senza fare i comizi e gli show di tanti sceriffi, sindaci o governatori, che cavalcano la tigre. In Campania come in Umbria. In tutto l’Alto Molise invece mi sembra che i sindaci si stiano dimostrando equilibrati e affidabili. Un rilievo invece sul merito del messaggio: il senso di responsabilità dei cittadini, giustamente invocato da Saia, è una condizione necessaria, ma non sufficiente a limitare la pandemia. Servono soprattutto interventi pubblici, a cominciare dai famigerati tamponi. Anch’essi, purtroppo, necessari, ma non sufficienti. Non dimentichiamo che il principale responsabile della pandemia è il virus».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.