Menù

Test e sorveglianza dei positivi, Toma firma l’ordinanza per ‘arruolare’ medici e pediatri

Test e sorveglianza dei positivi, Toma firma l’ordinanza per 'arruolare' medici e pediatri

«La mia posizione, per dirla semplicemente, l’ho esposta così: il governo faccia ciò che ritiene più giusto fare ma lo faccia subito».
Il governatore Donato Toma, insieme ai suoi colleghi, è stato impegnato ieri in lunghe e numerose riunioni con esponenti dell’esecutivo nazionale sul nuovo dpcm in arrivo. A suo parere, servono misure omogenee per tutto il territorio nazionale e che siano stringenti.
Per esempio, Toma sulla scuola ha espresso la necessità che si fermi: didattica a distanza non solo alle superiori con previsione del congedo parentale perché i bimbi più piccoli non possono stare a casa da soli. Serve comunque a suo giudizio una cornice nazionale forte, limitazioni applicabili su tutto il territorio con possibilità per i presidenti di Regione di ampliare le maglie o restringerle in base all’andamento del contagio e del rischio nelle varie zone.
Subito dopo il dpcm interverrà con sue ordinanze per alcuni settori e questioni specifici. Per esempio, fra le altre cose, Toma considera una priorità che «medici e pediatri, dopo l’accordo nazionale, siano concretamente ‘arruolati’ in Molise alla causa dei tamponi e della sorveglianza dei soggetti positivi». L’attuazione dell’intesa passa per la previsione di risorse economiche per i professionisti convenzionati col servizio sanitario nazionale. Per questo ieri sera il governatore ha firmato l’ordinanza che sollecita l’esecuzione del mandato ai commissari della sanità.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.