Menù

Tra i 10 murales più belli al mondo spuntano le opere ‘made in Campobasso’ di Blu e di Peeta

C’è anche il Molise nella classifica dei 10 murales più belli al mondo da vedere almeno una volta nella vita stilata da nonsprecare.it. Nella top ten dei capolavori di street art urbana, che vede anche famosi lavori che portano la firma di artisti del calibro di Banksy e Kobra, non potevano mancare, infatti, le opere realizzate dagli street artist di fama internazionale che hanno fatto tappa negli ultimi anni in città contribuendo a far divenire Campobasso un museo a cielo aperto.
In vetta alla classifica, uno degli ultimi capolavori apparsi nel capoluogo molisano, ossia La Pandemia-The Pandemic, di Blu: «Blu – spiegano nell’articolo – è uno street artist italiano famoso in tutto il mondo per le sue straordinarie opere dallo stile inconfondibile. Tra queste Pandemia, dove panda giganti dall’aria tutt’altro che mansueta si scagliano contro alcuni edifici, distruggendoli. Il murale è stato realizzato per il festival Draw the Line di Campobasso sui muri del cinema Alphaville».
Ma la street art campobassana conquista anche un altro posto in classifica con un altro dei capolavori concepiti nell’ambito del festival “Draw the line” promosso dall’associazione Malatesta: «Uno dei murales più belli al mondo si trova sempre in Italia e per l’esattezza a Campobasso – specifica ancora l’autrice dell’articolo, Laura De Rosa -, dove lo street artist Peeta ha realizzato in occasione di Draw the line 2016 un’opera tridimensionale davvero mozzafiato. Come in altre delle sue opere, anche qui l’artista punta sull’interazione geometrica delle forme con l’ambiente circostante».
Insomma, ancora una volta il talento degli artisti che hanno prestato il proprio tempo e il proprio lavoro alla regione che non esiste, grazie all’estenuante lavoro portato avanti dall’associazione Malatesta, consente alla città di Campobasso di tornare a far parlare di sé in uno dei settori maggiormente apprezzati nel mondo dell’arte.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.