Menù

Cardarelli al limite e il Covid continua a mietere vittime

Cardarelli al limite e il Covid continua a mietere vittime

Sono 1.100 gli attualmente positivi in Molise. Il numero dei tamponi processati non è elevato, come di norma accade a ridosso del weekend: 362 i test molecolari refertati, 17 i nuovi casi di Covid. Tra questi, 3 a Campobasso, 3 a Frosolone e 3 a Ripalimosani.
Un solo guarito, il totale quindi ora è di 6.266 dall’inizio dell’emergenza.
Sono due, però, i dati che spaventano del bollettino diramato ieri dall’Asrem. Come accade spesso, il numero dei morti: sono 5. E fra loro c’è un 44enne di Isernia, che presentava complicate patologie pregresse, il suo cuore ha smesso di battere in malattie infettive al Cardarelli. Inoltre, non ce l’ha fatta una donna termolese di 66 anni, lei si è arresa in terapia intensiva. Ancora, in malattie infettive hanno perso la loro battaglia un 73nne di Termoli e una 89enne di Campobasso. È spirata, infine, nell’area grigia del pronto soccorso dell’ospedale regionale una 91enne di Sant’Elena Sannita. Le vittime conteggiate dall’azienda sanitaria sono 238 (manca ancora la 239emsima, la 88enne di Riccia della cui morte ha dato notizia il sindaco del paese venerdì).
Altro elemento assai preoccupante, il carico ormai davvero pesantissimo, mai così pesante, sui reparti: 62 le persone assistite in area non critica (fra reparti Covid di malattie infettive e unità anziano fragile Covid gestita dalla medicina), in terapia intensiva ci sono 9 pazienti.
Nella giornata di ieri, a fronte di una sola persona dimessa, ne sono arrivate 7, tutti per ora in area medica.
Infine, la campagna vaccinale. Alle 19 circa, la comunicazione dal vertice dell’azienda sanitaria regionale: le dosi del siero Pfizer finora somministrate in Molise sono 6.415. Il giorno prima erano 6.300.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.