Menù

Avviso da oltre 2,2 milioni per favorire il lavoro, Toma: «Disoccupazione acuita dalla crisi pandemica»

Avviso da oltre 2,2 milioni per favorire il lavoro, Toma: «Disoccupazione acuita dalla crisi pandemica»

Favorire l’impiego o il reimpiego di persone in cerca di lavoro attraverso momenti formativi e un’esperienza di lavoro guidata (work experience) presso imprese del territorio che evidenzino il loro fabbisogno professionale e si dichiarino disponibili ad ospitare, all’interno delle proprie strutture, gli allievi in formazione: questi gli obiettivi dell’avviso ieri dalla Regione Molise. Un avviso che attiva risorse pari a oltre 2,2 milioni di euro (fondi Por Molise parte Fse 2014-2020)
Il bando è rivolto agli organismi di formazione accreditati dalla Regione, mentre i destinatari delle azioni sono le persone disoccupate o inoccupate, beneficiarie e non di prestazioni di sostegno al reddito, di età compresa tra i 18 e i 65 anni.
L’iniziativa, oltre che permettere ai destinatari di acquisire o potenziare le proprie competenze, ha l’obiettivo di creare un collegamento tra formazione e azienda, fornendo al disoccupato un contatto diretto con la realtà imprenditoriale locale, finalizzato alla conoscenza e alla sperimentazione, in modo concreto, della realtà lavorativa attraverso una formazione e un’esperienza pratica di natura professionale direttamente sul luogo di lavoro.
«Si tratta di una misura di politica attiva – osserva il presidente Donato Toma – tesa a creare condizioni idonee per favorire l’inserimento lavorativo e l’occupazione di quei lavoratori che devono fare i conti, purtroppo, con una disoccupazione di lunga durata. La crisi pandemica ha prodotto ripercussioni negative anche sul fronte dell’occupazione, peggiorandone gli indicatori. Di qui, la necessità che ha spinto il governo regionale ad intervenire anche su questo settore particolarmente delicato e sensibile».
Il target su cui punta l’esecutivo è rappresentato da segmenti innovativi da cui trapelano segnali di crescita, aggiunge Toma: la green economy, i servizi alla persona, quelli sociosanitari, la valorizzazione del patrimonio culturale, le tecnologie dell’informazione e della comunicazione. «Fondamentale è l’apporto che dovranno dare le imprese, coinvolte, in una prima fase, mediante la realizzazione di percorsi formativi e, in una seconda fase, attraverso stage di work experience da svolgere presso le imprese stesse. Una risposta, peraltro, alla domanda proveniente dal mercato del lavoro che richiede, sempre più, personale formato e specializzato».
Le domande di partecipazione devono essere compilate, pena inammissibilità, esclusivamente per via telematica tramite la procedura informatica Mosem, messa a disposizione sul sito internet https://mosem.regione.molise.it/mosem, utilizzando la modulistica pubblicata e saranno valutate con procedura a sportello.
Possono essere presentate a partire dalle 8 del 25 febbraio 2021 e non oltre le 10 del 30 aprile 2021.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.