Menù

«Non ci sono cluster Covid all’Alberghiero di Termoli»

«Non ci sono cluster Covid all’Alberghiero di Termoli»

Sarà forse una incomprensione di natura politica? Chissà, ma nel rapporto conflittuale tra dirigente scolastica dell’istituto alberghiero Federico di Svevia Maricetta Chimisso e il sindaco Francesco Roberti, certo un peso lo hanno le rispettive appartenenze, anche se si tratta di epidemia Covid e gestione della scolaresca. Secondo la nota inviata ieri l’altro dal sindaco Francesco Roberti alla dirigente scolastica dell’istituto alberghiero Federico di Svevia Maricetta Chimisso nell’ambito del polo didattico dell’Ipseoa ci sarebbero 7 positivi nel personale scolastico e un alunno, da qui l’inserimento dello stesso istituto nelle comunicazioni che il primo cittadino di Termoli ha rivolto alla comunità locale nelle ultime ore. Tuttavia, la preside contesta queste affermazioni, dopo un riscontro fatto con Asrem e Ufficio scolastico regionale, ribadendo in conferenza stampa, assieme ai suoi docenti e più stretti collaboratori, ospitata nell’aula magna di via Foce dell’Angelo, l’assenza di cluster all’interno dell’istituto e sottolineando gli sforzi organizzativi compiuti per adottare e far rispettare il protocollo anti-Covid sin dallo scorso anno. Sotto la lente della Chimisso le voci che stanno circolando a Termoli su presunti contagi all’interno della scuola «di cui noi non siamo a conoscenza perché non ci sono. Non ci sono arrivati né dall’Asrem né dall’Ufficio Scolastico regionale la certificazioni di contagi così come neanche dalle famiglie e dai docenti che sanno che ce li devono comunicare». Ribadito dalla Chimisso il contenuto del patto di corresponsabilità che è stato firmato con le famiglie «perché sono da sempre convinta che solo lavorando assieme alle famiglie si possano ottenere dei passi in avanti e tutti i protocolli di vigilanza che sono stati attuati integrando il regolamento di istituto perché sappiamo che il nostro sforzo all’interno non basta».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.