Menù

Termoli, controlli stringenti sulla movida

Termoli, controlli stringenti sulla movida

Altri 26 contagi in città e il sindaco Francesco Roberti chiede che si sequenzino i contagi, per appurare se ci sono presenze di varianti, come nel vicino Abruzzo, causa eventuale del numero importante di positivi nell’ultima decade. Intanto, ieri, sabato, forze dell’ordine in campo contro la movida e in centro non ci sono stati assembramenti. «Il controllo richiesto alla prefettura e organizzato dalla questura proseguirà finché non usciamo da questa emergenza. Abbiamo attivato anche la procedura per assumere temporaneamente nuove unità di Polizia municipale, vista la carenza di forze dell’ordine. Dalla prefettura mi hanno informato che ci saranno rinforzi in basso Molise. Il Prefetto rappresenta l’autorità provinciale di pubblica sicurezza e presiede il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza. Può emanare ordinanze e decreti a tutela dell’ordine pubblico e coordina le attività delle forze dell’ordine. I servizi di Ordine Pubblico sono organizzati dalle questure. Tutti i sindaci, nessuno escluso, lamentano la mancanza di controlli; comprendo bene il loro sfogo e il Molise non fa eccezione, ma è altrettanto vero, che le forze dell’ordine presenti in organico sono insufficienti e di età avanzata per pensare di svolgere servizi di ordine pubblico. Va da se che come sindaco reputo più utile una collaborazione con chi quotidianamente seppur tra mille difficoltà svolge il proprio dovere, anziché sollevare sterili polemiche».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.