Menù

Maxi furto di tabacchi, i Carabinieri bloccano e arrestano due ladri a Roccaravindola

Brillante operazione dei Carabinieri della Compagnia di Venafro che l’altra notte hanno bloccato ed arrestato due ladri provenienti dalla Campania e recuperato l’intero bottino ammontante ad oltre 20mila euro.
L’allarme furto partito da Alfedena, dove ignoti avevano ripulito una tabaccheria, è stato rilanciato in tutte le stazioni vicine ed è stato prontamente raccolto da Venafro che ha messo in campo posti di blocco sulle Statali.
In uno di questi posti di blocco, nel territorio di Roccaravindola, sono quindi caduti i ladri. I Carabinieri si sono serviti addirittura di due compattatori che a quell’ora – erano circa le 4,30 – stavano svolgendo il solito giro di raccolta dei rifiuti. I mezzi sono stati schierati quindi a sbarramento sulla strada. E i ladri, con alle calcagna intanto altri Carabinieri che si erano lanciati all’inseguimento dal confgine Abruzzo-Molise, vistisi ormai braccati altro non hanno potuto fare che arrendersi.
Tutta l’operazione è stata ricostruita in una conferenza stampa presso la cittadella militare di Venafro alla quale hanno preso parte, tra gli altri, il comandante della locale Compagnia maggiore Mario Giacona nonché del comandante provinciale tenente colonnello Gennaro Ventriglia. Gli arrestati sono due pregiudicati campani, di 47 e 50 anni, di cui uno evaso dagli arresti domiciliari.
Nel dettaglio, dalla tabaccheria i due avevano asportato 350 stecche di sigarette, 70 gratta e vinci, 250 euro in banconote e la somma di 1.360 euro in monete. Appena avvenuto il furto, la Centrale operativa della Compagnia Carabinieri di Castel di Sangro ha diramato le ricerche del furgone con cui si erano allontanati i ladri. La Compagnia di Venafro, immaginando che i malviventi fossero diretti in Campania, ha subito disposto una rete di posti di controllo fin quando al confine con l’Abruzzo il mezzo ricercato è stato intercettato. Il primo tentativo di bloccarlo non è andato a segno in quanto il mezzo ha proseguito la corsa senza fermarsi all’Alt e lanciandosi a velocità forsennata lungo la Statale 158, in direzione Venafro, ed inseguito dalla pattuglia della stazione di Colli a Volturno per oltre 10 chilometri.
Dall’altro lato, una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Venafro aveva disposto il posto di blocco all’altezza del distributore di benzina a Roccaravindola. Così il furgone è stato costretto a fermarsi. Con i due ladri bloccati e tratti in arresto. Addirittura uno dei due era stato già arrestato dai Carabinieri di Venafro nell’ottobre del 2020 per analogo furto di tabacchi sempre in Abruzzo. L’altro complice è risultato inoltre evaso dagli arresti domiciliari che stava scontando a Napoli. I due malviventi sono stati quindi tradotti nel carcere di Isernia a disposizione della Magistratura per il rito direttissimo. L’intera refurtiva è stata invece restituita al legittimo proprietario.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.