Menù

Agnone, scoppia la caldaia: trasferita a Napoli la 27enne inglese

Agnone, scoppia la caldaia: trasferita a Napoli la 27enne inglese

È stata trasferita a Napoli, presso un centro ospedaliero specializzato per ustionati, la donna di 27 anni, di nazionalità inglese, rimasta ferita nel pomeriggio di domenica in un casolare di campagna alla periferia di Agnone, in località Mucciafera, a causa dello scoppio di una caldaia alimentata a legna. Intanto si è messa in moto la macchina della solidarietà per prendersi cura dei suoi animali. La giovane infatti vive in quel casolare insieme a sei cani e una trentina di galline. «Nell’incidente domestico avvenuto alle porte di Agnone, oltre alla ragazza di 27 anni rimasta ferita, e alla quale va il nostro pensiero e il nostro augurio di pronta guarigione, sono rimasti feriti anche i suoi animali. Siamo riuscite a recuperare quattro cani. Al momento sono terrorizzati, spaesati, con ustioni sparse e da curare, in quanto sono stati esposti ai fumi e potrebbero in questi giorni manifestare ulteriori problemi di salute. Ci serve tutto l’aiuto possibile, la situazione non è per niente facile». È l’appello lanciato in rete dall’associazione “Salviamo Anime Mica Animali”. Chiunque volesse dare una mano può prendere contatti con l’associazione al numero 333 251 6296. Nel pomeriggio di domenica la caldaia alimentata a legna è esplosa danneggiando il primo piano dell’abitazione e provocato gravi ustioni alla 27enne che – dopo una visita in Alto Molise – ne era rimasta affascinata tanto da trasferirsi insieme al suo compagno che al momento si trova in Inghilterra. Subito dopo l’esplosione la donna è riuscita ad uscire di casa ed è rimasta esposta al freddo prima che sopraggiungessero i soccorsi. Sul posto hanno operato i Vigili del fuoco del distaccamento di Agnone per la messa in sicurezza dell’abitazione, i Carabinieri della compagnia al comando del capitano Proietti per quanto di competenza e il personale del 118 che ha trasportato la giovane all’ospedale di Isernia. Sul posto si è recato anche il sindaco Daniele Saia insieme al personale del Comune di Agnone che, sulla scorta della relazione dei Vigili del fuoco, ha dichiarato inagibile il casolare. Ieri mattina la 27enne è stata trasferita a Napoli. Dei suoi animali si occupa l’associazione di volontariato “Salviamo Anime Mica Animali”. Le sue oltre trenta galline sono rimaste nella stalletta adiacente lo stabile dichiarato inagibile e sarà il personale del Comune, per mezzo della Protezione civile, ad occuparsene in questi giorni.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.