Menù

Termoli diventa una zona ancora più rossa

Termoli diventa una zona ancora più rossa

Ore molto travagliate sulla costa per l’emergenza Covid. Il primo cittadino, Francesco Roberti, ha firmato l’ordinanza n°66 che prevede “misure urgenti per la limitazione della mobilità nel territorio comunale finalizzate al contenimento della diffusione dell’epidemia da covid-19”. «Risulta per noi fondamentale che non ci siano spostamenti di persone non consentiti, bisogna attenersi scrupolosamente a quelle che sono le norme del buonsenso e soprattutto a quelle disposizioni che sono state fin qui impartite. Mi raccomando, continuiamo a tenere alta la guardia e a rispettare le regole. Evitiamo di frequentare luoghi chiusi e affollati e gli assembramenti. Evitiamo tutte quelle azioni che possono favorire i contagi. La variante del coronavirus che circola in città e in alcune zone del Molise non è la stessa infezione che siamo riusciti a contenere, è molto più contagiosa e virulenta, le patologie che manifesta sono più gravi di quelle precedenti. A detta dei medici colpisce una fascia molto più ampia, anche i giovani. Il grado di pericolosità è notevolmente aumentato». «Ritenuto dover intervenire con ulteriori misure restrittive atte a ridurre al minimo la mobilità delle persone e scoraggiare la formazione di assembramenti, in considerazione dell’esigenza di tutelare la salute pubblica esposta ad un maggiore pericolo per effetto della contestuale compresenza in luoghi pubblici di un numero elevato di persone; nel rispetto del principio di proporzionalità e di adeguatezza, al fine contrastare la diffusione del virus Covid-19, porre in essere tutte le azioni idonee al perseguimento della anzidetta finalità; dal 22 al 3 marzo è vietata la vendita per asporto di generi alimentari e bevande per bar, pasticcerie, ristoranti, pizzerie, trattorie, circoli, ecc. Resta consentita esclusivamente la vendita dei predetti generi e bevande con consegna a domicilio del compratore. E’ altresì disposta la chiusura di tutti i distributori automatici di cibi e bevande. E’ consentita la vendita di prodotti agricoli, generi alimentari e prodotti florovivaistici sulle aree pubbliche, mercatali e non mercatali, esclusivamente agli spuntisti e ambulanti residenti nel Comune di Termoli. La sospensione di tutte le attività sportive negli impianti e parchi pubblici, inclusi quelli in concessione, e nei circoli privati. Resta consentita l’attività motoria esclusivamente nei pressi della propria abitazione. E’ fatto divieto sull’intero territorio comunale di consumare cibi e bevande su aree pubbliche o private ad uso pubblico, comprese piazze e ville comunali. Per le attività di ricevitoria, lotto, superenalotto, totocalcio e similari è fatto divieto per i clienti di permanere all’interno dei locali al fine di attendere il risultato delle giocate; è altresì vietato sostare nei pressi delle suddette attività per la medesima finalità. Sospensione delle attività di barbieri, parrucchieri e centri estetici; infine è disposto il divieto di celebrazioni liturgiche nelle chiese e nei luoghi di culto. I riti funebri sono consentiti esclusivamente presso la cappella del cimitero».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.