Menù

Trasporti Covid ancora gestiti da onlus e ospedali, sul ‘soccorso’ da Scafati è sceso il silenzio

Trasporti Covid ancora gestiti da onlus e ospedali, sul 'soccorso' da Scafati è sceso il silenzio

Il trasferimento dei pazienti Covid dal Cardarelli al Gemelli? L’Asrem ha chiesto alla protezione civile di attivare le associazioni di volontariato che gestiscono anche le postazioni del 118. Il trasporto dei malati più gravi che non trovano posti di rianimazione in Molise e vanno accompagnati all’elicottero a Selvapiana? Le immagini parlano chiaro: lo effettuano le ambulanze degli ospedali molisani.
E il Css di Scafati che si era aggiudicato l’avviso pubblicato in emergenza dall’Asrem con la sola proposta ritenuta idonea da via Petrella? Non se ne hanno notizie. Si hanno invece evidenze del fatto che del trasporto intraospedaliero dei Covid – che Css aveva proposto di effettuare per 54mila euro fino al 31 marzo – continuano a doversi occupare gli altri soggetti, molisani, che fanno parte della rete dell’emergenza. Il consorzio del Salernitano è iscritto alla camera di commercio con codice Ateco “attività di consulenza per la gestione della logistica aziendale” (scheda sul portale ICribis): flotte aziendali, quindi hanno i mezzi. Ma il personale? Una settimana dopo l’affidamento, avvenuto il 3 febbraio con delibera del dg Florenzano e dichiarato immediatamente esecutivo, negli ambienti circolò la notizia che il Css stesse cercando, appunto, medici e infermieri. Poi, più nulla. È entrato in servizio il Consorzio? Non si sa. Si vedono solo ambulanze degli ospedali molisani e delle associazioni di volontariato locali che continuano a svolgere un compito affidato ad altri.

r.i.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.