Menù

Il maledetto virus spegne il sorriso del postino di Agnone

Il maledetto virus spegne il sorriso del postino di Agnone

Un altro grave lutto si abbatte, come un macigno, sulle comunità dell’Alto Molise dopo la morte per Covid, nei giorni scorsi, di Sabatino Rosato. Non ce l’ha fatta, stroncato dallo stesso maledetto virus, Angelo Palomba di Poggio Sannita, di 53 anni, per tanti anni apprezzato e stimato postino ad Agnone. Da giorni il giovane padre di famiglia era ricoverato presso il “Cardarelli” a Campobasso. Le preghiere di un’intera comunità non sono riuscite nel miracolo di far restare tra i suoi affetti più cari Angelo. I funerali avranno luogo oggi pomeriggio, alle 15,30 presso la chiesa parrocchiale di Santa Vittoria in Poggio Sannita. Il sempre sorridente Angelo lascia l’adorata moglie Felicia e due bambini, sua unica ragione di vita, Marialuisa e Nicolas. L’ultimo saluto sarà nel pieno rispetto della normativa anti Covid. Tuttavia il sindaco di Poggio fa appello al buon senso di ciascuno. «Oggi è un giorno triste per la nostra comunità –scrive l’amministrazione comunale di Poggio Sannita -. Abbiamo appreso con sgomento della dipartita del nostro fratello Angelo Palomba. Il suo ricordo rimarrà per sempre scolpito in noi che abbiamo avuto il piacere di conoscerlo. Il suo immancabile sorriso e la sua voglia di vivere vivranno nel cuore di tutti noi. Angelo, aveva la capacità di mettere sempre a suo agio il suo interlocutore, con una parola o semplicemente con la sua presenza. Ci lascia un figlio autentico della nostra terra, fulgido esempio di onestà e laboriosità, un ragazzo mai sopra le righe. Il nostro sentito cordoglio ai familiari e parenti tutti». Anche dalla nostra redazione le più sentite condoglianze al fratello Tonino, amico ed ex sindaco di Poggio Sannita.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.